Onlinesim (proto) e Vamos Vamos (serie) sempre più leader

by / Commenti disabilitati su Onlinesim (proto) e Vamos Vamos (serie) sempre più leader / 654 View / 15 aprile 2015

Pietro D’Alì al timone e Alberto Bona a prua pronto a manovrare a bordo di Onlinesim 756 durante il passaggio all’isola di Giannutri.  L’immagine è stata scattata ieri poco prima di mezzogiorno insieme ad altre fotografie di James Robinson Taylor, grande amante delle barche classiche e da sempre seguitore del circuito Mini 6.50. Non potevamo sceglierne un’altra. Perché sembra proprio che quella notte tra lunedi e martedì sia stata decisiva per l’esito della regata tra i prototipi.

Peitro D'Alì e Alberto Bona (foto di James Robinson Taylor)

Pietro D’Alì e Alberto Bona (foto di James Robinson Taylor)

All’ultimo rilevamento disponibile, Onlinesim naviga al largo di Livorno. Gli rimangono 55 miglia fino l’ultimo waypoint, l’arrivo a Genova.

Il secondo tra i prototipi dovrebbe essere Voiles des Anges 709 dei francesi Pierre-Marie Bazin e Arthur Leopold-Léger ormai staccato di 8 miglia dal leader. Naviga a velocità ridotte anche lui. Non avendo la posizione di Illumia 788 (Michele Zambelli e Renaud Mary), il condizionale rimane d’obbligo. Non dovrebbe essere molto lontano e potrebbe creare la sorpresa. Chissà, forse un altro colpo di scena…

Il cambio di percorso annunciato a Giannutri con ritorno libero verso Genova con l’isola di Capraia da lasciare a dritta ha riaperto il gioco, e questo lo abbiamo potuto seguire con le barche di serie.

Vamos, Vamos di Nacho Postigo al passaggio di Giannutri (foto James Robinson Taylor)

Vamos, Vamos di Nacho Postigo al passaggio di Giannutri (foto JRT)

Tra le barche di serie, la sorpresa è arrivata ieri sera quando abbiamo visto il Pogo 2 Alla Grande di Ambrogio Beccaria e Giovanni Sanfelice virare nella scia di Vamos Vamos di Nacho Postigo e Pablo Santurde per andare a bordeggiare nel Canale di Piombino, in quel momento il vento era da Nord intorno ai 12 nodi sembrava stabile.

Le rotte seguite dalle cinque prime barche di serie: Vamos Vamos davanti, Alla Grande segue, El Nono più a Ovest, BPI, Tortuga e Eloa vicino a Capraia

Le rotte seguite dalle cinque prime barche di serie: Vamos Vamos davanti, Alla Grande segue, El Nono più a Ovest, BPI, Tortuga e Eloa vicino a Capraia

Si poteva pensare che Postigo avrebbe virato a sua volta per andare a marcare il suo avversario diretto più vicino, Alla Grande quindi. Invece no, ha continuato il suo lungo bordo verso Ovest, è passato sotto l’Elba, punta Fetovaia ed è andato a girare Capraia da solo. Ora, Postigo e Santurde hanno una dozzina di miglia di vantaggio su Beccaria e Sanfelice. Un gran bel colpo.

Stessa scelta di passare sotto l’Elba da parte di El Nono di Guillaume Rottée co skipper e coach del Signor Guignoux (una cinquantina di anni). Loro hanno spinto ancora di più a Ovest. All’ultimo rilevamento eravano a Nord di Capo Corso, chissà se questa scelta pagherà nelle ultime miglia.

A Capraia, poco prima della vacation delle 19, è passato un gruppo di tre barche guidato guidato da PBI (Moresino e Ravazzolo), poi Tortuga (Iacopini e Riccobon) e Eloa del croato Kabalin. Questi si giocano un posto sul podio con El Nono molto più a Ovest.

Appena passato la punta dello Zenobito a Nord di Capraia, hanno dato spi con un vento di 7 nodi. Sempre meglio di niente. Certo che la bonaccia non ha risparmiato la flotta. Speriamo che il vento duri, dovrebbe, è quello che dicono le previsioni, un rinforzo da domani. 15 nodi da Sud Est, è quello che ci vuole per chiudere in bellezza questa edizione del Gran Premio d’Italia.

Le fotografie di JRT pubblicate in questo post sono da vedere sul profilo Facebook del fotografo.